中國傳統建築 | Kinmen Rising Project

中國傳統建築

Xiàsānluò - 下三落

Vicino allo stagno di Dàtán - 大潭 nel villaggio di Zhūshān - 珠山聚落 si trovano alcune abitazioni disposte in un modo particolare. Sono 3 edifici tradizionali in stile fujianese, con i tetti a sella di cavallo,  e vengono chiamati Xiàsānluò - 下三落; fanno tutti parte della stessa abitazione. A Zhūshān - 珠山聚落 esistono 2 conglomerati di quel tipo. In pratica si tratta di un'abitazione costituita da tre edifici inframezzati da 2 cortili interni, un tema architettonico molto frequente nei villaggi tradizionali di Kinmen.

Architettura tradizionale del Fujian e di Kinmen

L'architettura tradizionale di Kinmen e del Fujian mostrano delle peculiarità rispetto alle altre regioni; in altre parole, essa mostra degli elementi che non si trovano (o trovavano originariamente) da altre parti. Infatti la provincia del Fujian e dintorni era abitata dal popolo indigeno chiamato Minyue - 閩越) che solo fra il 7° ed il 13° secolo subì il processo di sinizzazione da parte dell'impero cinese. Il popolo Minyue venne sconfitto ed il suo territorio annesso all'impero nel 111 a.C durante la dinastia Han.

I villaggi tradizionali di Kinmen - 金門傳統建築 - Traditional Settlements

Una delle caratteristiche peculiari dell'arcipelago di Kinmen - 金門 - JīnMén - Quemoy è la presenza di un certo numero di antichi insediamenti urbani, le cui abitazioni originali furono costruite secondo i dettami dell'architettura tradizionale del Fujian del sud. Ovviamente al giorno d'oggi ci sono anche abitazioni più moderne, ma generalmente il nucleo originale è rimasto, quasi miracolosamente, intatto. Nel corso dei secoli l'usura, l'incuria e le battaglie hanno comunque compiuto il loro lavoro, ed alcune abitazioni sono andate irrimediabilmente perdute.

Visitors

 
View KinmenQuemoy's profile on Tweepsmap

natura - 自然生態

👀

flickr-34149815891.jpg

battlefields - 軍事史蹟

👀

flickr-19894764774.jpg

cultura - 文化

👀

flickr-27488943296.jpg

storia - 歷史

👀

flickr-35920660980.jpg

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer